Senza categoria 11 | 11 | 2020

Pubblicato il nuovo bando della regione Toscana per la promozione di vino italiano su mercati extra – UE. La campagna è relativa all’annualità 2020 – 2021 ed è possibile presentare domande fino al prossimo 30 novembre.

Il documento definisce le modalità di partecipazione e le attività finanziabili, tutte orientate all’apertura di nuovi mercati esteri fuori dall’Unione Europea. Le cantine in possesso dei requisiti di ammissibilità, definiti con pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della regione lo scorso 26 ottobre, possono presentare domanda attraverso il sito dell’Agenzia Regionale Sviluppo Toscana spa.

Promozione vino su mercati esteri: il bando della regione Toscana

Le attività finanziabili devono essere avviate entro il prossimo aprile e concludersi non oltre il 31 agosto 2021 o, se non richiesto anticipo, entro il 31 dicembre 2021. Il contributo prevede una copertura economica del 60% delle spese sostenute per realizzare il progetto.

Il contributo minimo richiesto non può essere inferiore a 60mila euro se il progetto è destinato ad un solo Paese Terzo, e a 30mila in caso di due o più paesi. Il massimale di spesa non può superare gli 800mila euro, indipendentemente dal valore complessivo del progetto.

Un intervento, come ricorda l’assessore regionale all’agricoltura Stefania Saccardi, segue gli altri due provvedimenti finanziati nei mesi scorsi per la ristrutturazione e riconversione di vigneti nella regione. Il tutto in ottica di sostegno alle cantine vinicole locali, pesantemente provate dalle ripercussioni dell’emergenza sanitaria ancora in atto.

Una prova durissima che ha costretto gli agricoltori e, in particolare, produttori di nobili toscani come Chianti Classico e Brunello di Montalcino, a rivedere politiche e strategie commerciali. Con la ma misura si intende, quindi, offrire occasione ai produttori di restare competitivi sul mercato, incentivando la penetrazione dei vini italiani sui mercati stranieri attraverso nuove tecnologie di promozione e produzione delle referenze.

Bando export vino regione Toscana: le spese ammissibili

Riguardano in particolar modo quattro macro-aree:

  • Copertura delle spese necessarie per strategie di relazioni pubbliche e pubblicità, orientate alla promozione di particolari rilevanti per la vendita dei prodotti (denominazioni, sicurezza alimentare, sostenibilità, qualità);
  • Partecipazione a fiere ed eventi di settore di carattere internazionale;
  • Campagne di informazione su denominazioni di origine, indicazioni geografiche, produzione biologica;
  • Studi per verificare l’efficacia delle azioni di informazione e promozione. Quest’ultima voce non deve superare il 3% dell’importo complessivo richiesto dal progetto. Lo studio deve essere realizzato in un paese extra-UE, tranne le attività di incoming, che devono necessariamente avvenire su territorio nazionale.

Come presentare la domanda al bando regione Toscana

La valutazione dei progetti è delegata ad un Comitato Regionale, costituito per l’occasione. Una volta terminata l’analisi del progetto, verranno pubblicati in ordine di punteggio (definito sulla base della graduatoria), gli assegnatari delle risorse. L’ultima verifica spetta ad AGEA che, tramite Agecontrol, provvederà all’approvazione definitiva entro il prossimo 20 gennaio.

Dopo quest’ultimo passaggio, i soggetti ammessi potranno stipulare regolare contratto con l’ente e avviare le attività in programma.

Di fatto, il bando in questione anticipa di poco quelli di prossima uscita in tutta Italia relativi alla misura Ocm Vino Paesi Terzi: fondi a sostegno di cantine vinicole alla ricerca di nuovi canali per vendere vino all’estero.

Se hai una cantina e desideri far crescere il tuo volume di export prova con OcmVino.it: la prima agenzia di consulenza e acquisizione di fondi Ocm Vino in Italia che ti garantisce, non solo, una maggiore sicurezza nell’inoltro della domanda, ma soprattutto il sostegno di una rete di professionisti per vendere davvero i tuoi vini all’estero.

Scrivici senza impegno per avere maggiori informazioni sui nostri servizi e iscriviti alla newsletter di OcmVino.it per non perdere l’uscita di bandi e novità legate al mondo del vino italiano!

Non perderti gli aggiornamenti sull'ocm vino

Pin It on Pinterest

Share This