News 21 | 04 | 2020

Fuori il nuovo bando della regione Emilia Romagna che prevede lo stanziamento di 15,6 milioni di euro per attività vitivinicole, innovazione tecnica e miglioramento della qualità dei vini regionali. Non mancano riferimenti al sostegno delle aziende agricole, provate dalla crisi Coronavirus.


Una dotazione economica pari a 15,6 milioni di euro per il sostegno agli investimenti richiesti da aziende vitivinicole. Il nuovo bando della regione Emilia Romagna intende dare una boccata d’ossigeno alle cantine in un momento difficile come quello che stiamo vivendo. Il tutto nella speranza che l’UE possa sancire presto uno slittamento degli adempimenti burocratici relativi a finanziamenti regionali e piani di investimento pregressi.

A comunicarlo è l’assessore alle politiche agricole della regione Alessio Mammi, che spiega, inoltre, come l’obsolescenza tecnica sia un problema ancora troppo diffuso tra le cantine del territorio, da arginare con un piano di investimenti orientato a questo scopo.

Non a caso, l’attuale bando per riconversione vigneti prevede anche specifiche voci di spesa per ammodernamento di impianti viticoli e ricorso alla meccanizzazione per la riduzione dei costi di produzione.

Uno strumento che va ad aggiungersi ai 55 milioni di euro già stanziati da Agrea, Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura, tramite interventi quali Domanda Unica, Ocm Vino e Psr.

Bando investimenti riconversione vigneti Emilia Romagna: cosa comprende

Le misure del nuovo bando sono le stesse di quello relativo a ristrutturazione e riconversione vigneti della campagna 2019-2020. Novità di quest’anno è però il corso di validità, che da annuale diviene biennale.

È possibile richiedere gli aiuti fino al 15 luglio 2020. All’interno della domanda, le aziende dovranno dichiarare se gli interventi a progetto avranno termine entro il 31 maggio 2021 o entro la stessa data dell’anno successivo. Lo stanziamento è normato dall’approvazione di un regolamento ad hoc redatto dalla Commissione di Bruxelles, già attivo.

Il bando rientra tra le misure finanziate dall’Unione Europea attraverso il piano di investimenti OCM Vino, e comprende:

  • contributi per estirpazione e rimpianto di nuove varietà di uvaggi da vino;
  • ammodernamento di tecniche produttive, colturali e di produzione;
  • adozione di nuovi strumenti per la gestione e lo svolgimento del lavoro in cantina e in vigna;
  • investimenti per meccanizzazione colturale e installazione di impianti irrigui di ultima generazione.

La dotazione finanziaria degli aiuti va da 8.000 a 8.500 euro per ettaro, a seconda della localizzazione degli impianti a nord o a sud della regione.

Alla cifra vanno poi sommati ulteriori contributi di 900 euro per ettaro in caso di estirpazione di vecchi vigneti e 2.000 euro/h per il mancato reddito durante il fermo produttivo in caso di rinnovo vigneti.

La superficie minima finanziabile è di 3.000 metri quadri. Potranno essere rendicontati anche costi sostenuti per acquisto di pali, fili e barbatelle. È possibile, a differenza degli anni scorsi, il subentro di beneficiari per garantire ricambio generazionale, come nel caso del primo insediamento.

Ristrutturazione vigneti Emilia Romagna: come presentare il bando

Le domande vanno inoltrate attraverso consulenti esterni o CAA (Centri di Assistenza Agricola) territoriali secondo le modalità stabilite da Agrea.

Il bando di riconversione vigneti dell’anno 2019-2020 ha visto la partecipazione di 1.145 aziende, per una dotazione finanziaria di quasi 16 milioni di euro, con il rinnovo di oltre 1.600 ettari di vigne su una superficie di 52 mila ettari coltivati a vite nella regione.

L’attuale misura prevede un anticipo su alcuni pagamenti rispetto alla scadenza di altri bandi agrotecnici, in modo da assicurare alle aziende maggiore liquidità in un momento critico.

In particolare per quanto concerne il Programma per lo Sviluppo Rurale (Psr) è riservata ai progetti di filiera la facoltà di erogare in anticipo i contributi sugli investimenti effettuati dalle aziende agricole a seguito del collaudo dei lavori. Questo indipendentemente dalla chiusura del progetto di filiera nel suo complesso.

Un provvedimento che, si stima, riguarderà circa 1.000 aziende agricole della regione, che in questo modo potranno far fronte agli obblighi richiesti con un ammortizzatore finanziario in grado di garantirgli maggiore stabilità.

OCM Vino Emilia Romagna: prorogati i termini del bando

L’approvazione di una ulteriore delibera regionale ha, inoltre, prorogato i termini del bando Ocm Vino 2019 relativo agli investimenti in cantina, del valore di 5 milioni di euro. Una dilazione dei tempi affrancata dall’anticipazione dell’80% del contributo richiesto, previa presentazione di fideiussione bancaria.

Per maggiori informazioni sui bandi Ocm Vino iscriviti alla newsletter di OcmVino.it: il primo network italiano completamente dedicato agli Ocm Vino.

Richiedi maggiori informazioni per l’acquisizione dei fondi Ocm Vino e Ocm Vino Paesi Terzi, per iniziare a vendere il tuo vino all’estero con una solida rete commerciale in grado di offrirti la migliore consulenza per la tua azienda.

Non perderti gli aggiornamenti sull'ocm vino

Pin It on Pinterest

Share This