Senza categoria 12 | 04 | 2021

Le improvvise gelate notturne dei giorni scorsi sono tornate anche quest’anno a minacciare il lavoro dei produttori agricoli italiani, e non solo. L’ondata di gelo non ha risparmiato altri paesi europei, come la Francia, dove le suggestive immagini dei falò accesi nei vigneti di Borgogna e della Valle del Rodano hanno fatto il giro del web.

Stesse misure drastiche adottate in Piemonte, Toscana, Veneto, Valle d’Aosta, Trentino e Emilia Romagna dove, si stima, l’intero comparto del vino abbia subito perdite per il 75% / 80% della produzione. Calcoli ancora da ultimare, che non tengono – per il momento – conto dei danni subiti anche dai produttori più a sud, in particolare in Abruzzo e Lazio, dove la distruzione ad opera delle gelate è stata più lieve rispetto ad altre regioni ma altrettanto impattante.

Secondo Jean-Marie Barillère, responsabile della CNIV Associazione Nazionale dei Viticoltori Francesi, l’ondata di freddo verificatasi nei giorni scorsi è stata “uno dei peggiori disastri degli ultimi decenni”, che va ad aggiungersi alla – lunga – lista di difficoltà che produttori di vini e altri agricoltori stanno subendo a causa del Covid da oltre un anno a questa parte.

A far discutere, insieme alla conta dei danni, è però l’amara scoperta di alcuni produttori di Lambrusco che, a seguito della calamità, si sono visti rimborsare solo il 50% delle perdite registrate, restando scoperti di un ulteriore 30% non previsto dalla franchigia della polizza. Una questione spinosa sulla quale c’è chi ha promesso battaglia, anche se – legalmente – contratti e periti si dicono sicuri delle stime a norma di legge.

Assicurazioni eventi atmosferici: cosa comprendono

L’elenco dei rimborsi ammissibili dipende, ovviamente, dalla compagnia. Solitamente, però, le principali polizze assicurative per l’agricoltura coprono danni dovuti a:

  • Alluvioni;
  • Colpi di sole;
  • Neve;
  • Eccesso di pioggia;
  • Gelo e brina;
  • Grandine
  • Sbalzi termici;
  • Siccità;
  • Venti sciroccali e forti.

Nel corso degli ultimi decenni, associazioni di categoria e consorzi di tutela hanno duramente lavorato per ottenere contratti più vantaggiosi dalle compagnie per assicurare i propri affiliati contro le calamità naturali. Stipulare una polizza tramite un mediatore, come un consorzio, ente o simile, è quindi solitamente più conveniente rispetto a farlo singolarmente.

Costo assicurazioni grandine, alluvioni e gelate per vigneti

Il costo di un’assicurazione agricola contro gli agenti atmosferici dipende dal numero di eventi rimborsabili, dal valore della franchigia prevista ma anche da tutta una serie di fattori relativi al terreno da assicurare.

Il premio assicurativo, infatti, tiene conto di aspetti come presenza di reti antigrandine sui vigneti, di sistemi per la salvaguardia di danni da gelate o brina, dislocazione geografica dei terreni, quantità e varietà del prodotto.

Secondo le fonti Ismea, negli ultimi anni le compagnie assicurative hanno indennizzato produttori di vini e altri agricoltori per un valore superiore a 34 milioni di euro ogni anno.

Rimborsi e contributi per danni atmosferici a coltivazioni agricole

Dal “Decreto Gelate”, approvato ogni anno in base al verificarsi del fenomeno nelle diverse città italiane ai fondi per la prevenzione di danni al produttivo frutticolo previsti dai Psr, in grado di offrire fondamentali sostegni ai produttori: esistono contributi e finanziamenti per tutelare o rimborsare gli agricoltori da agenti e calamità atmosferiche, che variano però di anno in anno.

È sempre importante far rifermento a enti e associazioni di categoria operanti nella propria zona, al fine di essere sempre informati sulla possibilità di ricevere aiuti fino al 65% per il rimborso di danni dovuti a alluvioni, grandine, gelate e altri fenomeni nei terreni agricoli.

Contributi per cantine vinicole: non perdere l’Ocm Vino!

Da anni, OcmVino.it opera in collaborazione con cantine vinicole in tutta Italia per offrire la propria consulenza e supporto nella compilazione di domande per l’acquisizione di fondi Ocm Vino, con particolare riguardo per la misura “Paesi Terzi”.

OcmVino.it non è una semplice “agenzia per bandi europei”, ma un vero e proprio partner per la tua cantina, in grado di indicarti nuove strade per vendere i tuoi vini all’estero grazie alla collaborazione con numerose aziende e professioni del settore.

Scrivici per richiedere maggiori informazioni sui nostri servizi e non dimenticare di iscriverti alla newsletter di OcmVino.it per non perdere l’uscita di bandi e contributi per cantine vinicole!

Non perderti gli aggiornamenti sull'ocm vino

Pin It on Pinterest

Share This