Ocm vino nazionale paesi terzi senza fondi, competizione fra grandi marchi e vignerons

E’ notizia fresca di Vinitaly  la comunicazione della totale assenza di fondi nazionali per i prossimi due anni di ocm vino 2014 (che confluisce nell’ocm unica) .

In sintesi i bandi partiranno dopo le ferie pasquali, ma solo per le singole regioni, o per gli accordi mutiregionali.
Premesso che non è noto quale sia la causa dell’esaurimento dei fondi prima dell’apertura bandi (forse si è deciso di finanziare le aziende rimaste escluse nei bandi ocm nazionali dell’anno passato? sarebbe una stranezza non da poco) certamente questa scelta sarà causa di frizioni fra le Grandi Marche di produttori industriali da milioni di bottiglie ( che avrebbero presentato piani organici per la più volte annunciata del’invasione di vini italiani in Asia) e Produttori locali, anche non piccolissimi (3-5 milioni di bottiglie) utilizzatori esclusivi dei bandi regionali, o, al limite, di progetti fra due o tre regioni limitrofe.

Comunque vada una diminuzione di fondi nel momento più sbagliato, compensata solo in parte dall’apertura dell’ocm europa, e dall’eliminazione dell’investimento minimo (vedi articolo a parte)