Entro il 30 gennaio le domande per il bando Nazionale OCM Paesi Terzi

vino e finanziamenti export 2017

Alla fine ciò che si attendeva da tempo, ovvero la ripubblicazione del bando per la campagna nazionale OCM Paesi Terzi, è avvenuta.

È stato infatti pubblicato il 29 dicembre scorso il nuovo bando per l’identificazione dei soggetti beneficiari e per l’individuazione dei prodotti oggetto di promozione per la prossima annualità del più noto programma di sostegno all’export del vino nei Paesi Extra UE.

Anche stavolta ci sarà dunque pochissimo tempo per presentare la documentazione che va indirizzata al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e consegnata tramite posta raccomandata o corriere espresso, entro e non oltre le ore 13:00 del 30 gennaio 2017.

Contributi richiedibili e durata del sostegno

Il programma di incentivi è destinato esclusivamente alle cantine che fanno denuncia di produzione e che hanno diritto al contributo perché non interessate da uno dei motivi di esclusione, secondo quanto stabilito dal decreto del Ministero.

L’entità del sostegno è definita infatti in base alla produzione di vino confezionato secondo la seguente tabella riportata anche nell’Allegato B, paragrafo 4 al titolo “Requisiti di Partecipazione”

Classi valoriali

Produzione vino confezionato idoneo alla promozione

Spesa massima ammissibile

Contributo massimo richiedibile1

1

fino a 375 hl

€ 50.000,00

25.000,00

2

da oltre 375 hl a 1.125 hl

€ 100.000,00

50.000,00

3

da oltre 1.125 hl a 3.750 hl

€ 200.000,00

100.000,00

4

da oltre 3.750 hl a 7.500 hl

€ 300.000,00

150.000,00

5

da oltre 7.500 hl a 18.750 hl

€ 400.000,00

200.000,00

6

da oltre 18.750 hl a 26.250 hl

€ 500.000,00

250.000,00

7

da oltre 26.250 hl a 37.500 hl

€ 1.000.000,00

500.000,00

8

da oltre 37.500 hl a 56.250 hl

€ 2.000.000,00

1.000.000,00

9

da oltre 56.250 hl a 82.500 hl

€ 3.000.000,00

1.500.000,00

10

da oltre 82.500 hl a 112.500 hl

€ 4.000.000,00

2.000.000,00

11

da oltre 112.500 hl a 150.00 hl

€ 5.000.000,00

2.500.000,00

12

oltre 150.000 hl

€ 6.000.000,00

3.000.000,00

1 Le Regioni che, con proprio provvedimento, modificano le condizioni di contribuzione utilizzano le classi valoriali rilevanti in base a quanto previsto dal provvedimento emanato, fermi restando i quantitativi di produzione di vino confezionato idoneo alla promozione riportati nella colonna Produzione vino confezionato idoneo alla promozione”. Ad esempio, se la Regione X prevede un livello massimo di contributo per singolo progetto pari ad euro 250.000,00, saranno utilizzate solo le classi valoriali dalla 1 alla 6. In questo caso, il quantitativo di produzione di cui alla classe 6 è da intendersi come “oltre 18.750 hl

In quali Paesi vale il contributo per la promozione OCM?

I contributi erogati dal Mipaaf e noti come OCM Paesi Terzi sono per definizione indirizzati a sostenere le azioni di promozione su nazioni non appartenenti all’area UE ovvero definite come “Paesi Emergenti”. All’interno dell’allegato M della documentazione da presentare al Ministero, sono definite le aree geografiche, cioè le aree geografiche omogenee, dei Paesi terzi, dei mercati dei Paesi terzi e dei mercati emergenti che possono essere incluse nel progetto.

Anche se la maggior parte dei progetti presentati verte sulle principali aree, già tradizionalmente legate ad un lungo corso di attività di export (Cina, Giappone, Stati Uniti, Canada, Australia, Brasile, Svizzera e Federazione Russa) ci sono altri Paesi che possono costituire oggetto di interessanti progetti.

Quali azioni sono finanziabili con i fondi OCM Paesi Terzi?

Come abbiamo più volte indicato su questo portale, le attività che possono essere correttamente rendicontate e pertanto finanziate in misura percentuale con i fondi OCM Paesi Terzi sono indicate con esattezza dall’allegato I della documentazione allegata al bando.

Da notare come ogni singola attività sia legata ad un nucleo definito di azioni specifiche che contengono già dei massimali di spesa ammissibili per ogni segmento.

In modo più generico, si tratta di:

  1. Azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in particolare in termini di qualità, di sicurezza alimentare o di ambiente;
    In questa area sono incluse anche degustazioni promozionali e incontri B-to-B. 
  2. Partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale, nelle quali si iscrive anche la partecipazione ad eventi organizzati da terzi e la possibilità di includere tutto il materiale promozionale da distribuire durante gli eventi;
  3. Campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione, che comprendono anche wine tastings, gala dinner e attività simili, incoming e visite guidate in azienda e promozione presso punti vendita (sia GDO che Ho.Re.Ca.);
  4. Studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione.

Informazioni e documentazione da presentare

Puoi scaricare il bando integrale cliccando qui (pdf)

Il Ministero ha inoltre creato una pagina sul suo sito web nella quale sono disponibili tutti gli allegati al bando.

Se hai bisogno di una consulenza, contattaci ora

Accetto la Privacy »